photo by Curzio70



Caduti i muri, le vecchie ideologie, le religioni e l’uomo si trovano davanti a una forza spaventosa che nel passato i vecchi sistemi regolavano allo stremo con conflitti mondiali. Perché? Semplice, il nemico è virtuale, come un videogioco impazzito, dove i morti purtroppo sono reali. Ognuno si sarà fatto la sua idea su quello che sta succedendo. Io da filosofo mi faccio solo domande, anche se le mie risposte alla mia personalissima analisi sono soggettive. Lo scenario che vedo è da apocalisse. Stati che implodono senza guerre, ricchezze reali che passano con tre colpi di clic. Manovre finanziarie fatte in tre giorni. Denaro che sparisce nel nulla. Chi c’è dietro a questa potente macchina da guerra così perfetta ?Qualche ingenuo dice le banche, i poteri forti. Siamo sicuri? Sbagliato ragazzi, indagando a fondo senza nessun pregiudizio in ultima analisi dietro la crisi anche se vi sembrerà irreale, vi è ognuno di noi con il suo pensiero inconscio, con i suoi consumi, con la mobilità e i suoi sogni. Nella dolce Italia poi si è superato il buon senso.Lo sapevate che il debito pubblico della prima repubblica era (solo al 50 %  del PIL ?Per farla breve i nostri hanno venduto tutte le proprietà dello stato tenendosi i debiti, con udite udite  la clausola di ripianare eventuali debiti futuri ,non ci vuole un genio a capire come sarebbe andata a finire (vedi Alitalia).Le politiche neoliberiste degli ultimi anni hanno creato Il capolavoro perfetto. Un virus, Il finazcapitalismopsicotico (un nome che mi è venuto in mente stanotte ,per comodità metto una sigla FCP). 







Il FCP è il sistema economico attuale, che più di ogni altro ha trasformato sempre di più gli esseri umani in robot, ossia in servi macchina, oppure in esuberi quando non sono più utilizzabili, con l’azione di precludere ai nostri figli le possibilità di sviluppare pienamente le potenzialità intellettive e affettive che in essi albergano. Privandoli così in definitiva di un diritto inalienabile e generando nel frattempo un danno enorme alla società proprio nelle sue menti che dovrebbero pensare alle soluzioni. Come disse una volta un grande filosofo<<se l’irresponsabile saccheggio del pianeta,compromette la sopravvivenza dell’umanità,l’irresponsabile saccheggio dell’umanità priva d’innumerevoli energie la difesa del pianeta>>.Si è creato dunque un mostro planetario dentro le università di economia davanti a cui la regola è :<<nessuna, regola>>  Il vecchio capitalismo e il superato comunismo sono ormai giochi da spiaggia. Il finanzcapitalismopsicotico si sta divorando i suoi padri e le sue stesse creature. Ormai è rappresentato dalla totale interiorizzazione nella struttura della personalità esso gode a livello psicologico di un intenso ambiente di legittimazione sufficiente a impedire altre forme di vita oggettiva, si alimenta di tutto ciò che può essere venduto ma soprattutto umani e in mancanza di denaro si auto divora. Il fine è sempre lo stesso profitto,profitto e profitto.







homeless golden voice




Già in azione nel Regno Unito dove ha nazionalizzato le banche cose da comunisti,(ragazzi l’Inghilterra dove ebbe inizio la rivoluzione industriale non produce più nulla l’ottanta per cento del suo PIL è dato dalla finanza il resto dall’industria militare pesante) ammettendo di fatto quale sarà in futuro per chi non l’avesse capito tradotto: le perdite, andranno pagate dalle vittime,e i profitti non poteremo neanche permetterci di azzardarci a sapere dove saranno finiti. Pensate alla bellissima iniziativa dei fondi pensione nati per la sicurezza dei lavoratori. Questi fondi attualmente detengono in titoli il venticinque per cento del mercato globale , sono gestiti da squali che investono il denaro dei lavoratori per fare profitto distruggendo imprese dove i loro stessi colleghi lavorano,pazzesco,questi fanno utili scommettendo perfino contro i loro stessi interessi,il paradosso e che masse di lavoratori americani investono in fabbriche cinesi, fanno chiuder aziende in America e in Italia, poi vanno In Polonia distruggono, quindi in Ungheria e così via all’infinito. Dopo aver fatto il giro del mondo, ritornano da dove son partiti per chiedere condizioni di lavoro bestiali agli stessi proprietari .Tutto questo con soldi virtuali. avete capito bene "virtuali".Un lavoratore che distrugge il collega e il figlio con i suoi soldi, senza basi etiche,come si definisce? Il profitto ad ogni costo perfino sulla morte .Peggio delle iene . Due anni fa questa bestia stava quasi per crollare nella tempesta perfetta ma, incredibilmente è stato risuscitato per ironia della sorte proprio da un presidente democratico di colore  e dai  soldi dei contribuenti Americani . I fondi pensione si sono ritrovati per la prima volta a finanziare i loro padroni ma con soldi veri,apriti cielo non sapevano dove trovarli vedi Chrysler. Clamorosamente davanti al mostro che gli si era rivoltato, hanno avuto paura folle ed hanno affidato i loro soldi ai pirati della finanza che badate, non sono industriali che sa come si fanno i prodotti ma squali della finanza che nel virtuale sanno mettere la mani e voilà,tutto una meraviglia ( ma per favore)  .Io penso che in quel preciso momento con l’aiuto della potenza militare più potente del mondo il finazcapitalismo sia diventato incontrollabile e psicotico. Il mondo purtroppo in quel momento ha perso. Per uno strano gioco del destino proprio gli operai di un’industria automobilistica e un presidente cui erano state riposte molte speranze hanno avuto la possibilità  l’occasione di dimostrare che potevamo sganciarci e dare un segnale , peccato. Hanno solo rinviato il problema. Rinascendo più forte di prima la bestia ha usato la sua nuova linfa per vendicarsi del suo salvatore spostando "per adesso" il suo veleno verso il debito pubblico degli stati sovrani ,un attacco mai visto, nascondendo con arroganza il vero problema finanziario globale ormai senza regole e freni, il suo capolavoro? Far credere a tutti noi , assistito spudoratamente dalla BCE e il FMI (ormai è sicuro di se gioca allo scoperto) di aver condotto una vita al di sopra delle nostre possibilità (ma quando mai) giochino riuscito con gli idioti .In un colpo si è spostato il crack dal sistema finanziario agli stati sovrani, geniale. Ma non si può far finta di non vedere. Il problema è mondiale che lo vogliamo o no siamo tutti coinvolti .Quindi mi chiedo cosa serve andare a votare?Fare progetti,studiare fare figli  per chi? Di Fatto le sovranità popolari sono passate di mano senza spargimenti di sangue,le dittature e le democrazie ormai sono scherzi per bimbi .Potere militare e finanziario a cena insieme. Usacina.Che fare? Qualcuno pensa è sta per alimentare l’idea di una dittatura risolutiva, ma è la soluzione più facile perché è proprio quello che si aspetta il virus per riprodursi ancora di più (vedi Cina).Qual è la differenza tra Cina e stati Uniti?  Qualche furbone c ha dotato l'Europa di una moneta senza protezione che nessuno controlla, in mano a banche private.Tutto ciò è irreale.Pensate solo alla situazione greca condannata a pagare per secoli un debito enorme, impossibilitata perfino di uscire dall’abbraccio mortale dell'Europa.Perché?Suicidio? Calcolo?Tante domande troppe risposte. Il dramma e che l’attuale sistema,gode di un’intensa legittimazione morale quasi inconscia con la spaventosa forza di impedire l’esistenza di altre forme di vita.





N.Y.homeless




Non c’è più niente da fare. Nessuno può sconfiggere una tale macchina. Essa si alimenta di sogni e incubi. Si tratta solo di resistere fino al punto in cui gli incubi supereranno i sogni e solo allora che questo mostro dopo aver finito di mangiare gli stati e gli uomini comincerà a mangiare se stesso. Non illudiamoci il dopo sarà devastante. Nel tempo di ricostruire, i caduti nella totale indifferenza non saranno eroi ma solo vittime. Il suddetto sistema è come un virus non si può più fermare potrà solo andare bruscamente in crisi da solo. Io non ho soluzioni ho solo cercato di descrivervi quello che sta succedendo, ammetto, sono un pessimista, consiglio di cominciare seriamente a pensare a un orto e se si può cominciare a rinunciare a tutto il superfluo, organizzarsi in piccole comunità autosufficienti dotare di tecnologia basilare il villaggio (tipo reimparare i vecchi mestieri tenere la filiera cortissima) proteggere i piccoli e i vecchi. Lo so Non è sufficiente ma forse è l’unica maniera per resistere. Cambiare i sogni e dargli in pasto gli incubi. Una volta dicevano lavoratori di tutto il mondo unitevi ora io dico sparpagliatevi per poi riunirvi all’improvviso (la tattica che i piccoli pesci usano per ingannare i predatori). Forse è meglio dividersi in piccole comunità per passare inosservati. La cosa che terrorizza di più la Bestia e il silenzio e il non consumo. Mi piacerebbe per un giorno fare una prova mettere d’accordo tutta l’Italia per cominciare. Per un giorno tutta l’Italia fa il voto del silenzio smette di consumare e di produrre niente energia, spegnere tutto, le auto, gli aerei. Per un giorno solo ed esclusivamente il suono della terra, v’immaginate a parte il fascino per la scoperta di un altro mondo, sentire finalmente il panico del mostro che non si alimenta. La fatidica frase”Jackson sto sorvolando l’Italia, sono saltate tutte le comunicazioni c’è un silenzio irreale è tutto immobile, la popolazione sembra felice, non capisco nessun rumore” In realtà è una forma di protesta già fatta da un altro filosofo un tale di Nazareth duemila anni fa e guardate cosa ha combinato, provate a moltiplicarla per cinquanta milioni. Passate parole, vedi mai, chissà ...
Io Spero vivamente che le mie previsioni non si avverino, al limite prendetele come inutili parole di un filosofo pazzoide. Per chi volesse divertirsi con il grande prof, può dare un occhio.



simpatico prof Nando

Miksocrate







mf

Disqus for kigheghe



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post in evidenza

Lampi di felicità

Chi non teme che il più banale dei suoi momenti presenti diventi in futuro un paradiso perduto? Nicolás Gómez Dávila Photo by Nick ...

Ciò che trovo è mille volte più bello di ciò che cerco

Welcome


Welcome to my word,my soul,my refuge,in my silence,in my pain,my thought never revealed,hidden my dream,in my deepest needs...

Questo blog non ha scopo di lucro,nato il 25/agosto/2011 in un punto,uno spazio ed un tempo della mia vita non prevista.

Dedicato alla memoria di mio fratello Riccardo Carbognin umile artista che ha curato la grafica ispirato la maggior parte dei racconti.

L'autore è un "filosofo" dei poveri,musicista degli umili,ex fotografo,tanti mestieri,uno dei tanti,operaio di sogni.Kigheghe è un locale immaginario alla fine del mondo frequentato da poeti,musicisti.umili eroi e sognatori folli.

Kigheghe a Parma significa "chi c'è...c'è".

Il blog vanta la collaborazione di amici e artisti solitamente "fuori catalogo"un intero mondo che si rivolge a tutte le schegge africane e non sparse nel pianeta terra come una collana di perle spezzata.

L'Africa, la mia terra natia ormai è persa ma in questo blog rivive magicamente nei miei ricordi...

"Vivevo nel bush uscivo di casa ed avevo il mare tutto per me...ma non lo sapevo".

Michele Fedele. Alias miksocrate



Contattami !

Contattami !
Puoi inviare da qui un email

Post più popolari

Post più letti ultimi 30 giorni

Cerca nel blog

feed

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner

Powered by Blogger.

Tags

d
acqua action Alabama alien altopiano Amazzonia amore amsterdam angoscia Armi Asia asmara asordante assisi azioni balena banana barbarie basta lavorare BCE blu velvet blues Bruce buddismo caccia Caino california Calvino Canada cantico carbognin cervello cher cielo città civiltà clandestini class comico coraggio corteo Cuba curarsi danno danza denaro diamante dio diploma DOMANDE dream economia economy Eraclito esistenza estévez Ethiopia europa face fame fantasia farfalla feliciano felicità fiamme figlia filosofia finanza finazcapitalismopsicotico follia.credenza fondi pensione fotografia Francesco frontiere futurista futuro genere umano giappone giardino grida grossa guerra Hendrix Hitler homo immaginazione immigrazione.multiculturalismo impero incubi inferno infinito irresponsabile italia laurea leggere leopardo libro linguaggio luce del sole luna mania.anarchia mare massawua meditazione mercato millesimo mimetismo mistero mondo Money Montale morte nascere nato nome oblio occhi occhio oceano odio onde pace palma paradiso parma passato paura perchè perdonare piedi.nudi Pink-floyd potere produzione fabbrica profitto psicoanalisi radice razza razzismo realtà religione Renault4 ricordo ridere riesco rinascimento risata ritorno rivoluzione rock rumore sapere scienza scimmia secondo seychelles silenzio socrate software sogno sole sonno sonoro spazio spirito spray stelle storie stupidità SUD tasse TEMPO terra terremoto Toronto tre note autunno parmigiano Truffaut tutto è regalato università uomo vento virtuale vita vivere volume wasser