Poeti del Movimento



Rain Photo by Ian Brumpton/




Abbiamo l’abitudine di parlare come se le tragedie e le commedie si svolgessero nel vuoto:ma chi le condiziona è lo sfondo.
Il colpo di grazia-Marguerite Yourcenar p.46




Latitudine:
41° 53' Nord
Longitudine:
87° 39' Ovest
Ora del Fuso adottata ufficialmente:
UTC/GMT -6 ore







Camminando per le strade di Chicago mi sono ricordato di un filmato inviatomi da un amico tempo fa. Ne fui talmente colpito che ritornai a vederlo molte volte sempre provocandomi emozione.
É uno struggente composito di elementi contrastanti, quello che in arte credo chiamano chiaroscuro; la giustapposizione di luce sull'oscurità.
La grazia e portamento di questi giovani e lo squallore che li circonda, con le implicazioni che questo ha sulle condizioni della loro vita, ed i loro meravigliosi tentativi di trascenderli, esprimendosi artisticamente nelle loro difficili circostanze: immergendosi, ma pure fuggendo da esse.
Sembra che parlano con le loro anime e non con i loro corpi, o almeno ci dimostrano che sono veramente la stessa cosa; come l'anima può illuminare da dentro il corpo.
Questo credo bisogna farlo ricordare ad un Occidente, che barcolla stancamente in un'era di post-illuminismo,  dove logica, pensiero razionale  e dibattito non sembrano avere più posto.
Spesso crediamo che l'anima é nella mente, e che l'intelletto é il tempio dell'anima. Adoriamo la mente, con tutte le sue neurosi, e cerchiamo di accedere all'anima usando i nostri pensieri, raffinando la loro purezza, organizzandoli, curandoli ed analizzandoli. Mentre in molte tradizioni mistiche, l'anima risiede nel corpo, ed attraverso esso trova espressione e liberazione.








Ecco qui Bellur Krishnamachar Sundararaja Iyengar e possibilmente i suoi figli:


I loro movimenti sono simili a quelli dei ragazzi americani. Quasi per qualche osmosi trans-geografica, nelle strade delle città americane hanno scoperto lo stesso collegamento fisico nei loro inseguimenti per trascendere, usando rabbia, sfida e creatività poetica, forgiando così un nuovo misticismo. Per me questi ragazzi sono i nuovi "poeti del movimento" del Trascendentalismo Americano; e non solo i nuovi Walt Whitman ed Emily Dickinson ma anche i nuovi yogi del ghetto.
Sono quei visionari che danzano in quello spazio unicamente stretto tra libertà e gabbia:


Di nuovo qui, la sincerità dello sforzo spinta da una necessità emotiva, é commovente


Ma cosa cerca poi di dirci l'anima? Io dico qualcosa di semplice e disarmante..
Ascoltatemi. Trattatemi bene. Non sgridatemi. Sono una rondine. Una macchina. Un video game. Sono. Sono.Sono.


Yonas






mf