Saudade




photo by Jendajee
Ti rivedrò in ogni sogno
in ogni temporale rabbioso
in un caldo pomeriggio,
in ogni foglia e in ogni roccia.
In ogni mia paura
Ti rivedrò in ogni volo di uccello
in ogni alba e in ogni aurora .
Mi perderò nei tuoi orizzonti
Ti rivedrò nella buia notte
Ti rivedrò in quel terribile momento.
Miksocrate


8070575890_b61359fa0d_b
Photo by Rod Waddington

Sentivo la brezza sussurrare
Cullato dalle zanzariere e dal Rombo del mare
le finestre socchiuse, spiragli di luce sul  soffitto,
la dolcissima pace che si impossessa di me
Mal d’Africa, mal d'Africa.
Oggi circondato da volti tristi , stress, lamento continuo per il superfluo ,posso dire che una parte di me è rimasta lì, nell’Africa profonda delle foreste e dei corsi d’acqua, nei suoni e nei profumi della natura più incontaminata. Storie e miti che si perdono nella notte dei tempi, il ritmo di un djambè, i coloratissimi abiti delle mamà con i bambini legati dietro, silenzi della notte, quando i grilli scandiscono il tempo incessantemente.
Ho seppellito i miei amori nella savana,  abbandonato la bellezza , smarrito un sorriso sincero, la spontaneità di un abbraccio, l’emozione di ascoltare un anziano e la gioia di bimbi spensierati e felici che giocano.Perduto La Croce del Sud, Alfa e Beta, la Nube di Magellano e il Centauro, la via lattea intrisa di stelle.
Il mal d'Africa mi prende all'improvviso , come se mi venisse a mancare ad un tratto una cara persona, sembra tutto relativo.  più forte di me, chiudo gli occhi e sento i suoni, la bocca e ne sento la musica, le orecchie e avverto gli odori, una confusione di sensi e di sentimenti... continuo a vedere una nebbia calda e in lontananza una cornice e dentro quella cornice una raffigurazione piena di luce e colori con una forte malinconia perché tutto intorno è sfuocato So di essere attore favorito dentro una cosmicità imprendibile, Eppure questa mia malattia è un privilegio raro, nonostante cerchi in tutti i modi di descriverlo e condividerlo a chi mi vuole bene o mi conosce, risulta complicato ,soggettivo e carnale e mai potrà purtroppo essere compreso nella sua totalità. Nessuna cura se non il ritorno.

2012-11-10_104205
photo by Roberto Tuareg

La parola che potrebbe tradurre questa sensazione esiste solo in portoghese “Saudade
Saudade è una parola di difficile traduzione ,più che significato è concetto, tradotta in altre lingue viene restituita in maniera approssimata.
Su un comune dizionario portoghese –italiano-Portoghese viene tradotta come “nostalgia” o solitudine oppure malinconia causata dal ricordo di un bene perduto; ricordo dolce e insieme triste di una persona cara- Qualcosa di straziante; ma può anche intenerire, e non si rivolge solo al passato ma anche al futuro.
E qui le cose si complicano perché la nostalgia del futuro è un paradosso.
Ma cercherò di spiegarlo con un esempio. Vi è un posto sulla savana in Africa , Da un punto sulla collina dove lo sguardo abbraccia tutto l’infinito paesaggio con l’enorme fiume Nilo che  lo attraversa come una cicatrice. Il momento migliore è il tramonto.
Lì da soli, guardando questo panorama davanti a voi, forse vi prenderà una specie di struggimento.
La vostra immaginazione , facendo uno scherzo al tempo, vi farà pensare che una volta tornati a casa e alle vostre abitudini vi prenderà la nostalgia di un momento privilegiato della vostra vita in cui eravate in una bellissima e solitaria collina Africana a guardare un panorama struggente. Ecco il gioco è fatto: state avendo nostalgia del momento che state vivendo in questo momento. E una nostalgia del futuro. Avete sperimentato di persona la saudade.
Ringrazio Antonio Tabucchi per la spiegazione della parola Saudade








Sons of Enkai • teaser#1 from NaturaHD on Vimeo.



miksocrate




mf