La felicità è rivoluzionaria




“Andate fiduciosi nella direzione dei vostri sogni, vivete la vita che avete sempre immaginato”
                                                       /Henry_David_Thoreau

Copia di 400-blows-feature-image




 Definire la felicità non è semplice.
I filosofi di tutti i tempi si sono cimentati nei secoli per trovare l’esatta definizione della felicità.

Ci vuole il pensare un po’ da bambini; con un minimo d’innocenza, d’ingenuità, e soprattutto con una buona e inconsapevole dose di fiducia del mondo.

Vedi, caro Mick, ci sono persone che moriranno senza aver mai conosciuto il vero amore.
Un sogno, un progetto, l’amicizia, l’intraprendenza, la comprensione, l’esperienza, il coraggio .

Tutte cose che ci portano a essere felici e
stare bene con se stessi e con gli altri.
Mick La felicità è contagiosa,è rivoluzionaria è la chiave per vivere una vita serena.


                                                                                                 



Un attimo passa in fretta, sembra ininfluente. Ma dentro un attimo può celarsi l’essenza della felicità.di parole, di gesti, di scelte, di errori, di sofferenza, di lacrime e di sorrisi, di libertà e di fatica.

Se desideriamo sentire il rumore dei nostri passi per molto tempo, non dobbiamo far altro che lasciare che siano essi a condurci , magari in una strada fatta di amore, di felicità, di amicizia e di comprensione.
 Perché alla fine, se mai toccheremo con un dito il cielo, saranno le persone che ci sono state vicine che insieme a noi alla fine del mondo continueranno a brillare.





Cos’è la felicità?
Ho utilizzato un modo originale per tentare di spiegarla :ho tagliato la parte finale del film (I 400 colpi di François Truffaut ) Sostituito la colonna sonore e…felicità, frammenti profumati dell’anima.

Premessa:
Il protagonista Antoine è rinchiuso in riformatorio

Durante una partita di pallone approfitta della disattenzione dei sorveglianti e fugge, fa, una folle lunga corsa sino al mare, proprio quel mare che non aveva mai visto prima. Verso l’illusione. SI spinge sino alla battigia il suo lambire l’acqua, il suo conseguente indietreggiare quasi stupito e timoroso da quel mare che s’era caricato di tutta la speranza di libertà e felicità .Si volta, torna indietro lo stop-frame che risolve in un enigma, in cui viene inquadrato lo sguardo di Antoine verso lo spettatore. Uno sguardo di stupore, privo di retorica, con il suono delle onde del mare che si apre davanti al mondo l




La felicità è rivoluzionaria.






mick



mf