Post in evidenza

Esilio

Immagine
Foto di Eric Lattourgue


Va Piano Mick.
Hai studiato ottimismo per trentatré anni.
Niente da fare.
Dimentica l'egoismo adolescente,basta con quell'orgoglio.
Hai Fatto qualsiasi lavoro, tutti i Movimenti di Uomini Perfetti,
le armoniche Impossibili.

Hai licenziato la notte invernale tanto tempo fa.
I centesimi di rame in fondo al cassetto.
 L'acciaio freddo della produzione Umana, la Foresta di tubi inox affogati Nel mercurio.
Le albe grigie, i raggi di luce.

Le donne curiose delle antiche follie, i sensi invecchiati.
Stand-by universo,
prima che il puro rumore dei rapper mi tolga la memoria.


Oh nera madre diamante d'amore!
Chiedo Perdono ai di miei sogni calpestati.
Oh mia madre donna degli Altipiani!


Un esilio di assurda magia, il Movimento di femmine stanche  precipita dentro il vapore industriale, immaginando il silenzio. Oceano indifferente, tempestoso e atrocemente liquido.

Per Angelina stella del mattino.
Una nota di musica che mette da parte le equazioni, unico i…

PARMA BLUES

LAMENTO DI VIA MORDACCI






« L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimenti continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. »

                                         
I.Calvino




1260348870_32ad589077_b
Assenza photo by Curzio70



Che cosa ci succederà?
Cosa non ci succederà?
È duro essere l’ago di una bussola impazzita per un uragano.
La mia infanzia,la mia giovinezza sarà pur valsa a qualcosa,la morte di amici. il diploma, la laurea,e il lavoro
A loro le guerre
o il permesso di uccidere con incursioni notturne,
tra bombe , frammenti,ululati di sirene,latrati di cani e bimbi in sottoscala bui con occhi sbarrati.
A me gli incubi e l’angoscia.
Valori morali fottuti.
Come posso più crederci ?
Li vedo ormai come catene spaventose che distruggono la  vita.
E un potere che sembra una salumeria che spulcia i nomi dei morti.
Antifurti di auto che ti spaccano il cervello.
Odori di auto, occhi spaventati.
Nazioni che inventano  nemici giorno per giorno,e io che continuo a
volteggiare come un pipistrello impazzito.
Non sa più dove fuggire perché  hanno tolto la fantasia.

L’africa e l’oceano sembrano traboccare di poesia.
L'Europa , l’Asia e America ormai prive di sogni,trasformate in zone di produzione infinita
Coraggio mie figli  non abbiate paura
in partenza.
Ora 
Domani smetteremo di inciampare in auto,cani al guinzaglio,semafori
e malinconia

Miksocrate

Top Ten

I silenzi che mettono a disagio

Asmara blues

Ti rivedrò lassù

Incontinenza Psichica

Mick, stai allegro

La gentilezza è rivoluzionaria

My little Asmara

IL GRANDE CACCIATORE

Camminare in città a piedi nudi

L’incubo del babbuino